Genesis Climber Mospeada (episodi 1-25 serie completa): e' un fatto noto ma val la pena ricordare subito come questa serie sia la componente finale di Robotech; rivederla a distanza di tanti anni, e nella sua versione originale, solleva considerazioni comuni e semplici: il character dei personaggi e' vecchio, l'animazione altalenante ma piu' spesso su varie tonalita' di scarso. La razza aliena degli Inbit e' stata costretta ad abbandonare il proprio pianeta natale, la Terra si e' rivelata un mondo piu' che adatto alla colonizzazione previa eliminazione dei parassiti umani; la serie inizia seguendo l'attacco del secondo esercito di liberazione terrestre proveniente da Marte, l'attacco si rivela un fallimento a causa della scarsa conoscenza del nemico: gli episodi seguiranno il viaggio di un soldato sopravvissuto attraverso la terra occupata; a lui si uniranno superstiti del primo esercito di liberazione e civili abbandonati sul pianeta durante l'invasione accomunati dal desiderio di raggiungere la base centrale aliena e distruggerla. I membri del gruppo sono caratterizzati da personalita' tipiche anche se ce ne sono dure a dire il vero atipici: Yellow, famosa cantante che in realta' e' un uomo, e Mint, ragazzina ossessionata dall'idea di sposarsi e pronta a tutto; le dinaniche tra loro passano dall'interessante al molto mediocre. Cosi' come alcuni dei concept base della storia: i rifornimenti, per esempio. Molti degli episodi raccontano la difficolta' degli eroi nel reperire carburante per i loro veicoli da combattimento, eppure non hanno alcun problema con le munizioni (e considerando che sparano piu' che altro missili pare strano); allo stesso modo e' spesso motore della trama il problema di trasportare e circolare con i suddetti veicoli su strade e terre occupate dal nemico: quindi ci saranno grandi piani e drammi per riuscire a far passare inosservati i caccia e tutto il resto, mentre in altri momenti  questi mezzi sembreranno semplicemente comparire dopo essere stati abbandonati senza qualcuno ai comandi. Ovviamente non era periodo di grande attenzione a questo genere di dettagli, pero' il peso delle ingenuita' nella sceneggiatura si sente. Altri temi della storia giustificano parzialmente la scelta americana di trasformare e unire questa serie a Macross e a Southern Cross: l'evoluzione, l'amore e l'odio fra razze diverse, gli aerei trasformabili e cosi' via. Naturalmente cio' che di questa serie viene e sara' sempre ricordato sono le Mospeada, le moto armature che ne sono il simbolo e il fattore piu' affascinante: ancora adesso il loro mechadesign e' intrigante e semplice, e gode di tanto in tanto di alcune animazioni ben realizzate che lo valorizzano  appieno. Il ritmo e' un altro difetto della serie: lento e ripetitivo all'inizio, tanto da poter dire che i primi 15 episodi siano quasi inutili, scatta repentinamtente alla fine chiudendo le vicende e la guerra in un paio di minuti; al solito solo i nostalgici potranno divertirsi guardandolo, i nostalgici veri pero', non quelli di Goldrake.